Derattizzazione e disinfestazione Monterotondo

Eliminazione ratti e insetti

Lo scopo della derattizzazione è l’eradicazione totale della popolazione di topi all’interno di uno specifico ambiente. L’impresa, specializzata negli interventi di derattizzazione e disinfestazione Monterotondo, mette in pratica tecniche consolidate e impiega attrezzature efficienti. Nello specifico, vengono utilizzati gas venefici come l’acido cianidrico e il bromuro di metile, come anche metodiche altamente tecnologiche come gli ultrasuoni. L’impresa elimina con la medesima efficacia i topi campagnoli, i topi selvatici, i topi domestici, i ratti comuni e i ratti marroni (che si insidiano negli impianti fognari). La rimozione della popolazione murina è necessaria non solo per una questione di vivibilità ma anche perché realmente i topi e i ratti contribuiscono a veicolare malattie e infezioni. Gli interventi effettuati da questa impresa spiccano per qualità, efficacia e costi tutto sommato contenuti.



La disinfestazione è un intervento molto complesso che consiste in numerose fasi e che viene progettato in base alle specie segnalate come bersaglio. Le attività infatti differiscono a seconda della tipologia di animale da combattere: mosche, zanzare, blatte, pulci, formiche, ragni, coleotteri, scorpioni, acari, zecche, lepidotteri etc. La lotta può essere mirata, se finalizzata all’eliminazione indiscriminata degli animali con mezzi sia chimici che meccanici (es. trappole). La lotta può essere anche biologica, se punta a ridurre a un livello accettabile la popolazione degli animali piuttosto che eliminarla. Tale alternativa è praticata solo in agricoltura, mai nell’industria alimentare e negli ambienti sanitari, ossia laddove non può essere tollerata la presenza di alcun insetto. L’impresa, apprezzata per gli interventi di derattizzazione e disinfestazione Monterotondo, utilizza attrezzature all’avanguardia. Fa uso di irroratrici, quindi di pompe a spalla e pompe elettriche, di spruzzatori a pompa e spruzzatori spalleggiati. Fa uso di atomizzatori dalla potenza assai variabile e di impolveratori. Lo staff indossa, inoltre, dispositivi di protezione individuali in grado di garantire loro un grado di sicurezza accettabile.